L’ippica è uno sport seguito in tutto il mondo e ci sono milioni di appassionati che guardano le gare di ippica online e in TV, e scommettono live.
AU DE DK FI HU IT NO PL RO SE UK

        Ippica

        L’ippica è uno sport seguito in tutto il mondo, dal Regno Unito agli Stati Uniti, dall’Australia agli Emirati Arabi, e ci sono milioni di appassionati che, quotidianamente, guardano le gare di ippica online e in TV, e scommettono live. 

              Ippica in diretta streaming e in TV

              La storia dell’ippica

              L’ippica, come la conosciamo oggi, nasce dall’alta borghesia inglese nel ‘700. In quegli anni, i più facoltosi iniziano a gareggiare con i propri cavalli e a piazzare scommesse sulle corse, che mettevano di fronte due sfidanti. Piano piano, la popolarità di queste corse crebbe finché non si iniziarono a organizzare festival intorno alle gare più importanti.

              A competere erano i purosangue, con l’aristocrazia terriera che spendeva cifre esorbitanti per allevare cavalli figli di tre iconici stalloni arabi: il Byerley Turk, il Darley Arabian e il Godolphin Arabian. Questi vengono considerati i capostipiti di tutti i purosangue, che quindi hanno reso l’ippica uno sport d’élite.

              A partire dall’inizio del 20° secolo, però, questo sport ha cominciato a essere più accessibile alle masse, dando una forte spinta alle scommesse sull’ippica, oggi seguita da milioni di persone in tutto il pianeta. Unibet offre quote sulle corse ippiche che si tengono, ogni giorno, in tutti gli angoli del mondo.

              Il Grand National

              La corsa più famosa del mondo, negli anni, è stata segnata da controversie, ma nonostante ciò rimane una delle più seguite. Ad affrontare gli oltre 30 ostacoli del Grand National sono circa 40 cavalli, che competono per un montepremi da 1 milione di sterline. 

              I soldi però non sono l’unica attrattiva di questa manifestazione, in cui nascono leggende di questo sport e che attira milioni di appassionati, a cui piace guardare l’ippica in TV e scommettere sui cavalli. Al Grand National sono salite alla ribalta icone come Red Rum, Hudgehunter e Tiger Roll, e a ogni edizione ci si aspetta che vengano fuori delle nuove stelle dell’ippica.

              Come funziona Cheltenham

              Ogni primavera, il mondo dell’ippica si ritrova a Cheltenham per un festival di quattro giorni che rappresenta il culmine della stagione per le corse a ostacoli. La gara che attira più spettatori TV in assoluto è la Cheltenham Gold Cup.

              La Gold Cup, seguita da un numero stratosferico di appassionati in tutto il mondo, mette in palio un minimo di 625.000 sterline per il vincitore e attrae sia proprietari che addestratori, molti dei quali allenano i propri cavalli specificatamente per questa gara. Coloro che guardano la Cheltenham Gold Cup e scommettono con Unibet godono di uno spettacolo mozzafiato, reso tale anche dalla campagna inglese che fa da sfondo alla corsa.

              Le corse di cavalli più importanti del mondo

              Cheltenham Gold Cup, Derby di Epsom e Grand National sono tre delle gare ippiche più famose del pianeta, ma insieme a loro ce ne sono altre degne di nota. Tra queste svetta il Prix de l’Arc de Triomphe che si tiene alla periferia di Parigi, per la gioia di coloro che amano scommettere e guardare le corse ippiche. Questa corsa in piano è seconda solo al Derby di Epsom e offre un montepremi di ben 5 milioni di euro.

              La Melbourne Cup è la risposta australiana all’élite delle gare ippiche e risale al 1861. Questa corsa in piano è aperta a cavalli dai tre anni in su e, negli anni, ha visto nascere varie leggende. Tra i cavalli che hanno vinto questa competizione più volte ci sono Makybe Diva (3), Think Big (2) e Rain Lover (2).

              Negli USA il più grande evento ippico è il Derby del Kentucky, ovvero “i due minuti più entusiasmanti del mondo sportivo”: una gara basata tutta sulla velocità. Si corre sullo sterrato dell’ippodromo Churchill Downs di Louisville e, siccome la pista è sempre la stessa, possono essere stabiliti record di velocità, come quello di Secretariat che vinse l’edizione del 1973 scendendo sotto i due minuti. Nel 21° secolo, l’unico capace di ripetere questa impresa è stato Monarchos nel 2001.

              I più grandi fantini di tutti i tempi

              Per coloro che amano scommettere e guardare la diretta streaming delle corse ippiche non c’è dubbio che il miglior fantino nella storia delle corse a ostacoli sia AP McCoy. Il fantino nordirlandese è stato incoronato Champion Jockey per ben 20 volte, tra il 1996 e il 2015, e Jump Jockey of the Year per 16 volte, vincendo inoltre 31 gare a Cheltenham. Nel palmares di McCoy compaiono un Grand National, vinto con Don’t Push It nel 2010, due Cheltenham Gold Cup (nel 1997 e nel 2012) e tre Champion Hurdle (nel 1997, nel 2006 e nel 2010).

              Le corse in piano nel Regno Unito sono diventate famose grazie a Lester Piggott, che tra il 1960 e il 1982 si è aggiudicato 11 Champion Jockey, titolo vinto più volte anche dagli irlandesi Pat Eddery e Kieren Fallon. Il brasiliano Silvestre de Sousa, invece, nel 2015 è diventato il secondo Champion Jockey non europeo, dopo il sudafricano Michael Roberts, che si è aggiudicato il titolo nel 1992.